Arte come quella di Holy David viene naturale

Holy David sta costruendo il futuro dell'arte sviluppando un processo artistico virtualizzato e stampando le sue opere solo con fornitori selezionati a emissioni zero. Holy David vuole fare arte green e tutta integrata con l'ambiente.

2/2022

Per alcuni è follia. Ma follia non vuol dire impossibile.

Nessuno studio. Nessuna emissione !

Ridurre l'impatto dell'arte sull'ambiente parte da una rivoluzione.

Gli studi di arte possono richiedere tanta energia per funzionare. Uno studio d’arte è fatto di spazi che richiedono luce, acqua e calore. In un anno, un singolo studio d’arte può consumare quanto un ufficio, in media. La tecnologia di oggi, grazie al cloud e al web, permette di smaterializzare numerose operazioni artistiche e di virtualizzate un intero studio d’arte, dall’inizio alla fine. Holy David ha deciso fin dall’inizio di essere un artista senza studio per ridurre una delle più grandi impronte ecologiche di un artista.

Arte d'ambiente

Usare nuovi strumenti e nuove tecnologie significa ridurre l'inquinamento

Il modo classico di fare arte utilizza tantissime materie tossiche o richiede lo sfruttamento delle risorse naturali per produrre un’opera. Ma non solo. Le tecnologie blockchain degli NTF richiedono tantissima energia per funzionare e inquinano molto. Per creare le sue opere, Holy David usa strumenti che fanno uso di fonti rinnovabili e software basati sul cloud che sono stati creati pensando all’ambiente. In questo modo, le opere di Holy David non sono solo belle da vedere e possedere, ma lasciano anche la Terra un posto migliore di quello che hanno trovato.

Stampa che non lascia lo stampo

Holy David fa uso solo di fornitori che sono carbon-neutral o usano prodotti riciclabili

I materiali per stampare e produrre un’opera sono molti e molti sono altamente inquinanti e non riciclabili. Holy David, fin dalle sue prime opere, fa riferimento a fornitori con emissioni zero che lavorano costantemente nel ridurre l’impatto ambientale. Le opere di Holy David sono realizzate e stampate su tele create con materiali riciclati o altamente riciclabili, assieme a colori e inchiostri con ridotti livelli di tossicità.

Commuovere, senza muovere.

Holy David sposta le sue opere solo quando serve grazie ad avanzate tecnologie web

Un’opera non è mai ferma. Per essere esposta in una mostra, un’asta o una galleria quell’opera deve essere spostata. E spesso i trasporti effettuati emettono grandi quantità di CO2 nell’atmosfera. Holy David ha costruito Simulacrum, una viewing room cloud e web-based, per permettere alle sue opere di essere spostate solo quando serve ed è strettamente necessario. Grazie alla sua viewing room, le opere possono essere viste, esposte e analizzate anche a distanza, senza richiedere alcun tipo di trasporto.

NFT lontani da qui.

In attesa di NFT più green

Al giorno d’oggi, gli NFT hanno portato una rivoluzione nel mondo del vivere e vendere l’arte. E Holy David è contento quando l’arte si rivoluziona. Allo stesso tempo, le piattaforme NFTs richiedono elevate quantità di energia e non sempre questa energia proviene da fonti rinnovabili e carbon-free. Al momento, questa rivoluzione non sta facendo del bene al pianeta. Per questo, Holy David ha deciso di non fare uso di piattaforme NFTs fino al giorno in cui l’impatto ambientale di queste tecnologie sarà ridotto e ottimizzato.

L'arte del futuro è green e il futuro dell'arte è il green. Non mi stancherò mai di dirlo e ripeterlo. C'è così tanto lavoro da fare che la cosa migliore da fare al momento è cominciare da qualche parte e poi costruire da lì. »